Attrezzatura trekking: del perché avere una tenda bivacco

2

Una fedele compagna di avventure è pronta per soffiare sulle candeline di un importante compleanno: il decimo. 10 anni di avventure a diverse altitudini, sopra tappeti di morbide foglie o all’ombra di grandi abeti rossi.

Me lo ricordo come se fosse ieri quando Rospo tornò a casa dal Decathlon con quella che diventò una delle prime cose che carichiamo nello zaino delle gite ed escursioni: la nostra tendina bivacco. 2kg scarsi che a prima vista mi sembrarono inutili ma che – una volta provati – sono stati capaci di creare una totale e benefica dipendenza all’uso.

Lo guardai stupita. Io, che tra i due dovevo essere la “montanara esperta”, non avevo mai preso in considerazione l’idea di bivaccare lungo i sentieri.

E invece… Che meravigliosa scoperta!

La tenda bivacco è un custode prezioso di tantissimi “momenti” della nostra famiglia. In montagna ci ha riparati dal sole o dalle intemperie, ha assistito a discussioni su itinerari sbagliati, visto cambio di pannolini e assaporato squisiti banchetti. Tra la natura e il suo silenzio, e noi due che parlavamo di come avremmo voluto che fosse la nostra famiglia.

E così per celebrare questi primi 10 anni di camminate insieme – a due e a quattro zampe – vi vogliamo raccontare del perché includere una tenda bivacco nell’attrezzatura trekking, rendendo le vostre escursioni il più piacevole possibile!

escursioni trekking con tenda bivacco

Trekking con bambini e l’importanza di avere la tenda bivacco nell’attrezzatura trekking

Nel momento in cui un pargoletto va ad allietare una famiglia di trekker, anche se si cercherà di contenere il più possibile lo zaino, diversi baby ammennicoli ci si infileranno comunque.
“Ale, e in più ci fai portare anche una tenda?”
Assolutamente sì, anche perché il vantaggio che ne avrete sarà sicuramente superiore rispetto ad avere altri baby cambi o a quei due kiletti in più di ingombro che comporta avere con se una tenda bivacco!

Provate a pensarci.

Chi frequenta abitualmente i rifugi lo sa. Spesso i bagni sono piccolini, scomodi e magari molto impegnati se siete in montagna in alta stagione. Che tradotto significa “ben lungi dall’essere attrezzati con fasciatoi o quant’altro”… Noi dopo aver fatto acrobazie sul davanzale della finestra e sedie impilate, abbiamo optato per il cambio en plein air! Nulla di più comodo, pratico e pulito che un pit-stop pannolo seduti, senza la fretta di dover liberare il bagno e in uno spazio tutto nostro. Aggiungete a questo la felicità del piccolo di casa di stare in libertà guardando il cielo azzurro e avrete completato il quadretto.

Pannolini a parte, la tenda bivacco si trasforma nel luogo ideale per la pappa, una merenda e anche un riposino al fresco. Potrete fermarvi ogni qualvolta ne sentirete la neccessità – voi o il vostro cucciolo – e in pochi minuti avere un riparo sicuro.

tenda bivacco per trekking

Una volta cresciuti sarà poi uno spasso montare insieme l’accampamento per il ristoro in quota!

montare tenda bivacco

 

La tenda bivacco e il meteo

Non avete il pranzo al sacco e dovete fermarvi per forza in rifugio, ma non ci sono tavoli liberi se non sotto un sole cocente? Sì, perché anche in montagna ad agosto il sole picchia forte!!! Nessun problema se avrete con voi la tendina! Agli ometti il compito di montare l’accampamento sotto le fronde di un grande albero a debita distanza dalla malga, e alla mamma quello di recuperare il rancio!

Ecco come in questo caso la tenda bivacco si trasforma in un valido alleato per farvi godere il pranzo in totale relax, immersi nella natura e al riparo dal sole.

pic nic in montagna

 

E in caso di maltempo?

In montagna si sa, è facile essere sorpresi da repentini cambi di temperatura e di meteo. BADATE BENE: la tenda NON è un luogo sicuro per proteggersi in caso di temporali con fulmini, ma qualora siate sorpresi da pioggia o vento forte, vi sentiate molto stanchi e preferiate rimettervi in marcia senza essere sotto una pioggia battente e ci siano almeno queste due condizioni (essere a bassa quota e possibilmente non in una radura con alberi o grandi pali vicino a voi), fermatevi, montate la tenda e avrete un rifugio di fortuna che vi terrà all’asciutto e riparati dall’aria.
(Un post con approfondimenti su cosa fare in caso in maltempo è in arrivo)

 

tenda bivacco in montagna

Bivaccare in montagna … e la legge?

Purtroppo in Italia non esistono regole fisse sul tema del bivacco e del campeggio libero, ma sappiamo in linea di massima che è una pratica vietata nei Parchi Nazionali, fatta eccezione per alcune aree definite.

In alcune località montane troverete il cartello che vieta il campeggio, ma la normativa è purtroppo lasciata alla singola giurisdizione di Comuni ed Enti Territoriali. Di norma è proibito campeggiare sui terreni privati o nei pascoli, salvo prendere accordi con i proprietari o contattando le autorità locali.

Nella nostra personale esperienza vi possiamo assicurare che bivaccando per qualche ora e non lasciando traccia del nostro passaggio non abbiamo mai avuto problematiche. Ricordatevi sempre che – ovunque – ma in montagna è ancora più sentita, vige la legge del rispetto dell’ambiente e del buon senso. Per cui proibito raccogliere funghi (se non dietro ad uno speciale permesso), accendere fuochi e lasciare rifiuti.

Abbiate cura del territorio – e del vostro accampamento – proprio come se foste tra le mura domestiche e divertitevi a scattare le foto di ogni luogo in cui avrete montato la tenda. Fatene un album e conservatelo tra i ricordi più preziosi! Sarete fieri di tutte le avventure che la vostra tenda ha vissuto con voi!

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo ... e ho fatto spazio nel trolley! Ora siamo la Famiglia Rospi! Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!