Budapest: 10 cose per vivere in una favola

3

Questo post doveva essere dedicato a tutt’altro paese… ma poi, complici il post di Monica della settimana scorsa e alcune riflessioni della sera sui costi dei voli aerei, la voglia di scrivere di luoghi meno comuni ha preso il sopravvento. Perché troppo spesso ci facciamo prendere dal sentito dire, dalle memorie passate e non guardiamo al di là del nostro naso, pensando che “certi” paesi non abbiano nulla da offrire o non siano turisticamente attraenti. E per la nostra personale esperienza è quanto di più sbagliato ci possa essere nell’approccio ad un viaggio, sia che esso sia destinato a pochi km lontano da casa o all’altro lato del pianeta.

Il nostro viaggio a Budapest è stato così! Il volo più low cost che si potesse trovare, l’assenza di aspettativa verso una città che conoscevamo a malapena e una valigia fatta in punta di piedi. Il risultato, invece, ne è stato uno splendido weekend da incorniciare per tutta la nostra famiglia. Rospetto incluso.

Oggi vi propongo quindi con una carrellata di foto, le 10 cose che ci  sono rimaste nel cuore, 10 attrazioni imperdibili (ma fidatevi ce ne sono molte di più) per un viaggio nella capitale ungherese, con la speranza che nasca un pizzico di curiosità verso la città magiara.

E tutto quello che vedrete qui sotto è assolutamente a prova di bimbo!!

Budapest con bambini: 10 cose da non perdere

1) La Collina del Castello, dove si adagiano le stanze e i giardini del Palazzo Reale. Bombardato e ricostruito nei secoli è stato la dimora delle diverse dinastie di regnanti che si sono succedute in terra ungherese, dai turchi agli Asburgo. Per un bimbo, già raggiungere il Palazzo risalendo la collina attraverso la funicolare Siklò, è già di per sè un meraviglioso viaggio nella storia di re e principesse.

2) Le viuzze della collina di Buda dove potete perdervi nel bastione dei pescatori, ammirare una spettacolare vista sull’altra sponda della città o assaporare il ricordo della città più antica.

3) Proseguendo sempre lungo la collina di Buda, non potrete perdere la visita alla chiesa di Mattia Corvino. E’ a dir poco incantevole. Un caleidoscopio di tegole colorate, eleganti pinnacoli e vetrate sgargianti che ci ha lasciato davvero senza fiato per la bellezza e la cura dei suoi dettagli.



4) E poi vi basterà attraversare lui, il Danubio con i suoi ponti. Per vivere appieno la favola di Budapest, bisogna scoprire la storia della città attraverso i suoi ponti. Oggi sono un vero e proprio collante, tra due parti di una stessa città che per tantissimo tempo ha proclamato a gran voce la propria indipendenza. Sono vie di comunicazione, punti di osservazione e monumenti meravigliosi come il Ponte delle Catene.  Percorretelo per raggiungere l’altra sponda del fiume, anche in notturna (se come noi ci capitate in pieno inverno, copritevi per il forte vento che sbuffa costantemente) e lasciatevi stupire dalle mille luci dlla città.

5) Il Parlamento, l’edificio più rappresentativo della città e che spicca sul lato opposto del castello, dove al suo interno è gelosamente custodita la Corona di Santo Stefano, l’icona simbolo della nazione. Le sue sale brillano di luce propria, impossibile non sentirsi parte di una grande favola di dame e cavalieri.

6) Budapest colpisce per i suoi contrasti, tra lo sfarzo dei monumenti e la bellezza tipica dei suoi palazzi di ringhiera, (sarà che da brava milanese mi sentivo un po’ a casa). Sbirciate dentro ad ogni portico, curiosi di vedere una nuova magia svelarsi ai vostri occhi.

7) Le terme!!! Il must in un weekend a Budapest è dedicare anche proprio una giornata o un itinerario completo alla scoperta delle calde acque della città. Sono oltre 200 le fonti termali che come in una grandissima rete autostradale, rendono la capitale magiara un paradiso per gli amanti del genere spa e benessere. Non potrete davvero farne a meno e magari, dedicare al relax una mezza giornata prima del rientro a casa…

8) La grande Sinagoga, uno dei più grandi edifici di culto ebraico in Europa. In stile moresco e costruita nel 1859 per una comunità di oltre 3000 ebrei, vi lascerà davvero di stucco per la sua maestosità.

9) La Piazza degli Eroi che segna l’ingresso al grandissimo polmone verde del parco della città. Monumento nazionale eretto in onore degli antenati della patria e dei caduti, agli occhi dei più piccoli sarà una bellissima piazza dove poter correre e giocare in libertà.

10) E poi… per prendervi per la gola… passeggiate per il mercato locale, alla scoperta dei sapori speziati tra cannella, paprika e tantissimo cioccolato!!

instagram-travel-thursday-IG-picture

Budapest è il mio contributo per il Link Party settimanale di Instagram Travel Thursday, l’iniziativa internazionale che vuole parlare di viaggi attraverso le immagini del social network più famoso del momento! Le foto taggate con l’hashtag#igtravelthursday sono oltre 10.000 e se volete essere dei nostri fate conoscere il vostro blog con un post che parli di un viaggio che avete fatto, una destinazione che sognate da sempre o anche della vostra città.

Se non avete un blog, date visibilità al vostro profilo Instagram! Come? Per ogni foto che postate con l’hashtag #igtravelthursday, cliccate mi piace su due foto di altri account che hanno utilizzato lo stesso hashtag e commentane altrettante.

POST ONE, LIKE & COMMENT TWO

Andiamo ora a leggere dove ci hanno portato le altre host che ci accompagnano in questa bellissima iniziativa per l’Italia:

Francesca di Chetiporto.it
Valentina di TheFamilyCompany.it
Monica di Idee Di Tutto Un Po’


Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo … e ho fatto spazio nel trolley!
Ora siamo la Famiglia Rospi!
Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!

  • Valentina

    Ma sai che abbiamo messo in discussione la meta estiva?? quasi quasi….

    • Ma davvero?????? Bene!! Grandissimi!! Io approvo potreste fare un bellissimo giro in auto per l’Europa puntando tutto a est!!

  • Monica Liverani

    Anche io sono partita per Budapest senza aspettative, convinta che sarebbe stata una meta scelta tanto per…. e invece sono tornata anche io soddisfatta! Le mie foto di Budapest sono tutte nell’Hard disk “cioccato”, ne ho solo una attaccata al muro, ma la ricordo benissimo ugualmente: una ragione ci sarà!