Cosa indossare per giocare all’aperto? Curiosate su Bimbiallaria

0

Durante il nostro viaggio in Finlandia ho imparato che “non esiste il maltempo, ma solo il mal vestire” e riflettendo a lungo sulla concezione tutta nostra di rinchiuderci in casa alle prime gocce d’acqua, ho iniziato a documentarmi e spulciare per bene la rete, a caccia di cosa indossare per giocare all’aperto in caso di pioggia, vento o tempo da lupi.

I risultati in termini di abbigliamento tecnico per bambini sono stati davvero scarsi all’inizio. Siti stranieri, cifre troppo alte considerando la rapidità con cui i bimbi si allungano e spese di spedizione che, di certo, non incentivavano a fare click su acquista. Tutto questo fino a prima di incappare su Bimbiallaria: un e-commerce nuovo di pacca confezionato con immensa cura da genitori di Torino che – proprio come noi – amano divertirsi nella natura nelle quattro stagioni. Così li ho contattati, ho chiacchierato con loro (mi sono piaciuti un sacco 🙂 ) e oggi ve li presento: sono i camperisti Massimo, Francesca e il piccolo Gregorio!

Volete sapere cosa indossare per giocare all’aperto? Prendete appunti, ce lo dice Francesca!

Uncaffèa2-1Un caffè a…

Un caffè dec a Moena, in Trentino, seduti sulla dinette del nostro vecchio camper, la nostra prima “casa mobile”.
Era l’inverno del 2012. Ricordo bene come mi sentivo: la testa fra le nuvole, in fibrillazione, affamata e tanto stanca all’imbrunire….Aspettavamo il nostro bambino, Gregorio. Eravamo all’inizio e ancora si intravedeva poco di quello che poi, ad inizio estate, sarebbe diventato un enorme pancione.

francesca bimbiallaria
Quel mattino, Massimo uscì dal camper per ispezionare la zona, visto che la sera precedente eravamo arrivati con il buio. Fu lui, per primo, a scoprire che nella notte la neve era caduta silenziosamente tutto intorno a noi!
Evviva! Finalmente l’inverno era arrivato!
Il caffè del primo mattino, chiaramente decaffeinato, lo consumammo comodamente seduti all’interno del Signor Luigi, così chiamavamo il nostro vecchio camper. Con lo sguardo sognante oltre il finestrino, ammiravamo quella distesa di neve, che tanto si era fatta attendere, quell’inverno.

Perché la scelta di questo caffè tra tutti quelli bevuti nel mondo e cosa ti è rimasto più impresso di questo luogo?

Credo che sia l’emozione dell’attesa. L’attesa con la “A” maiuscola di quel “qualcuno” che arriverà e che ti scombinerà e ti arricchirà la vita! …E a pensarci bene, è stato proprio così!
Quel luogo, come tutto il Trentino Alto Adige, ti rapisce per la bellezza naturale dei luoghi.
Una vegetazione fitta, intervallata da bellissime case in legno misto a pietra, camini fumanti, distese di prati, tanti servizi e una insolita pace.

bambini in camper in inverno

Vi dico “Caffè, Genitorialità e Viaggi, cosa rispondete?

Viaggiare, scoprire il mondo, scorgere nuovi orizzonti, assaporare nuovi cibi, conoscere altre abitudini, sentire nuovi profumi. I genitori non possono che essere i primi compagni di viaggio per i propri bambini. E’ un grande privilegio poter viaggiare e non tutti possono permetterselo. La fortuna, a parte quella economica, sta nella possibilità di scoprire, di condividere un’esperienza indimenticabile. Il viaggio è una crescita. Le novità creano un cambiamento. Dopo ogni viaggio, ho notato nuovi grandi conquiste in Gregorio.
Anche noi genitori cambiamo, probabilmente meno per una vacanza, ma sicuramente più per quel “grande viaggio” che è la genitorialità. Una sorta di metamorfosi.
Ogni giorno, il mio viaggio come mamma mi cambia, mi insegna, mi fa sentire sconfitta ma anche vincitrice, mi rafforza e mi indebolisce, mi fa preoccupare e mi riempie il cuore di gioia. L’aspetto più difficile è che non so chi diventerò. Insomma, un viaggio con tante incognite.
Se dici caffè, mi viene in mente casa, Italia, chiacchiere, famiglia, amici e il nostro camper. Amiamo il caffè della moka e portarselo in vacanza è un must. Offrirlo alle nuove conoscenze diventa un’occasione e poterlo assaporare di fronte a panorami indimenticabili, una fortuna.

abbigliamento tecnico bambini

Bimbiallaria: come è nato questo progetto e come funziona?

Bimbiallaria è un e-shop di abbigliamento tecnico per bambini. Nasce dalla nostra esperienza di genitori. Abbiamo cresciuto nostro figlio credendo nel fatto che i bambini abbiano bisogno di stare in contatto con la natura. Viviamo in città, pertanto, anche se gli spazi verdi non mancano, il rapporto con la natura non viene da sè.
E’ tutto da costruire, da inventare. Fin da piccolino, con il bello od il cattivo tempo, gli abbiamo permesso di giocare all’aria aperta, di scoprire come cambiano le cose con la pioggia o con la neve.
Il bello sta nelle cose semplici, quindi, anzichè rinchiuderlo in casa o in chissà quale parco dei divertimenti al chiuso, abbiamo preferito trovare un abbigliamento adatto e portarlo fuori alla “scoperta del mondo”.
Da sempre, tengo in borsa un paio di pantaloni antipioggia: in caso di necessità, si indossano e si corre al parco a giocare.
Sogno che ogni bambino abbia la possibilità di fare lo stesso. Generalmente, questo non accade, per cui Gregorio si ritrova a giocare da solo. E’ il pensiero comune di noi italiani che ci porta a rinchiuderci per giorni in casa, fino al cessare della pioggia.

Sognare in grande. Quali sono gli obiettivi di Bimbiallaria e quali sono i suoi assi nella manica?

Bimbiallaria seleziona ed è in continua ricerca del miglior abbigliamento tecnico per bambini. Un abbigliamento per tutti i giorni, tecnicamente prestante e bello da indossare. I prodotti provengono da più parti del Mondo: per quanto riguarda la stagione autunno-inverno ci siamo affidati al Nord Europa e agli Stati Uniti, per la stagione estiva, all’Australia.
Nel nostro e-shop trovate tute, giacche, pantaloni e stivali anti-pioggia. Costumi galleggianti e indumenti mare tutti con protezione UV. Zainetti in neoprene (lo stesso materiale della muta) resistenti all’acqua e, per i più piccoli, fasce portabebè traspiranti e adatte anche ad un utilizzo in acqua (piscina, mare e doccia).
Attraverso la nostra attività, desideriamo trasmettere l’importanza per il contatto con la natura, per la vita all’aria aperta e vogliamo convincere, chi ancora non lo è, che due gocce di pioggia non fanno male a nessuno e che, addirittura, possono rappresentare una grande esperienza per i bambini.

abbigliamento tecnico per bambini cosa indossare per giocare all'aperto

Se non sapete cosa indossare per giocare all’aperto, cercatelo su bimbiallaria!

Cosa vi chiedono i genitori e che cosa chiedono i bimbi?

I genitori che non sanno cosa indossare per giocare all’aperto chiedono la qualità e la praticità, soprattutto per quanto riguarda la cura del prodotto. I bambini non ci chiedono nulla, loro la pensano come noi!

Estate 2016: dove andrà Bimbiallaria?

Abbiamo in progetto un viaggio nel Nord Europa con la nostra “casa-mobile”. Desideriamo immergerci nella vita nordica, cercando di imparare il loro modo di stare all’aperto e di vivere la natura, sperando di tornare con nuove proposte per i genitori e i bambini italiani.

Bimbiallaria: i riferimenti su cosa indossare per giocare all’aperto

Per mettervi in contatto con Francesca e Bimbiallaria:

Sito web: www.bimbiallaria.com
Pagina FB: https://www.facebook.com/bimbiallaria/
Instagram: https://www.instagram.com/noi_di_bimbiallaria/
Canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC6vn_1jozRAnUY8YRmvhWTw
Pinterest: https://it.pinterest.com/bimbiallaria/
E-mail: scrivi@bimbiallaria.com

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo … e ho fatto spazio nel trolley!
Ora siamo la Famiglia Rospi!
Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!