Volare in gravidanza e con bambini: quando insieme si fa ohh

0

Adoro le prime volte! Soprattutto quando si tratta di viaggi in famiglia! E se poi c’è di mezzo un aereo da prendere che ti porta nella destinazione che sogni da tempo immemore ancora di più!
Infatti, grazie a Giacomo (questo il nome prescelto per il secondogenito che arriverà il prossimo gennaio a casa Rospi) questa estate ho avuto l’onore di volare in gravidanza e di sperimentare insieme ai miei due inseparabili compagni di viaggio una nuova, emozionantissima, prima volta!

Anche se solitamente cado tra le braccia di Morfeo al primo rullio sulla pista, mi ricordo come se fosse ieri il primo volo con Rospo di quasi 10 anni fa, la lunga traversata per l’Australia con accanto un passeggero indiano che trasudava curry da tutti i pori, il primo volo a 3 con il nostro piccolo ometto e adesso, il volo con il pancione. Mi credete vero se vi dico che stiamo già pensando al paese da scegliere per il battesimo del volo del secondo erede?

Le destinazioni in ballottaggio sono le più variegate: si pensa alla Spagna e a raggiungere Santiago de Compostela, dove papà Rospo dovrebbe arrivare a piedi, e noi raggiungerlo all’arrivo per celebrare insieme una nuova dimensione di famiglia a 4 proprio nel santuario di S. Giacomo. C’è chi spinge per un viaggio con destinazione Sardegna, con la scusa che dopo un’estate montanara, la tavola da surf da cui lanciarsi per fare i tuffi ha bisogno di togliere la polvere del box. E, infine, la mia grande e irrefrenabile voglia di paesi nordici, con Stoccolma in cima alla wish list!

Chissà chi di noi tre la spunterà?

Ma in totale onestà, indipendentemente dalla meta verso la quale penderà l’ago della bilancia, so che avremo un sorriso in più ad accompagnarci in una nuova avventura e questo sarà abbastanza per farci felici e godere di uno dei momenti più belli di quella che è una vacanza: il viaggio stesso.

volare in gravidanza e con i bambini

 

Volare in gravidanza e con bambini: qualche consiglio pratico

Moltissime lettrici però, ancora oggi, son titubanti sull’affrontare un viaggio in aereo con il pancione o con i bimbi. Questo nonostante il lavoro di moltissime compagnie aeree, come ad esempio Meridiana, per far sentire a proprio agio i più piccoli passeggeri. Vi ricordate la bellissima guida per volare con i bimbi? Ne avevo parlato in questo post, e dopo questa iniziativa se ne è aggiunta un’altra, ancora più entusiasmante e che ha davvero sorpreso all’arrivo i baby viaggiatori di un volo Linate-Olbia! Oltre a ritirare i bagagli per le vacanze con mamma e papà, regali per tutti da parte della compagnia aerea! Questo sì che si chiama sorprendere e pensare al benessere delle famiglie in viaggio!!

volare con i bambini

 

Godersi il viaggio, divertirsi e persino rilassarsi. E’ quindi davvero possibile volare in gravidanza e con bimbi piccoli al seguito?

Assolutamente sì! Ed è anche divertente, basta seguire qualche piccolo accorgimento.

Volare in gravidanza

Può sembrare banale, ma repetita iuvant. Bisogna stare bene per decidere di affrontare un volo aereo anche di poche ore e avere in corso una gravidanza fisiologica senza gravi complicazioni.
La maggior parte delle compagnie aeree consente alle future mamme di salire a bordo fino alla 28′ settimana di gestazione senza problemi. Se invece vi trovate oltre questa settimana e fino alla 32′ dovete avere con voi un certificato medico che attesta lo stato di buona salute e la gravidanza fisiologica, redatto nei sette giorni precedenti al viaggio. Sprovviste di tale documento, le compagnie aeree non sono tenute ad imbarcarvi, quindi meglio provvedere per tempo.
Il nostro consiglio è quello comunque di verificare direttamente con la compagnia aerea prescelta per il vostro viaggio, una volta che si sta per cliccare su acquista.

Se come me avete problemi di insufficienza venosa, le tanto odiate calze elastiche saranno una benedizione indispensabile durante il volo, anche per un breve viaggio. I gambaletti sono l’ideale per un volo estivo, mentre potete optare per le parigine o i collant con il pancione per un volo in pieno inverno.

All’atto del check-in cercate di prenotare un posto lato corridoio e nelle prime file, così da avere la massima mobilità a bordo, una volta raggiunta la quota di crociera.

Per evitare la nausea, viaggiate a stomaco pieno, e non dimenticate di portate con voi qualche cracker o i vostri snack preferiti.

Ricordatevi che avete precedenza all’imbarco, che dovete comunque indossare la cintura di sicurezza – da legare sotto il pancione – e che è sempre meglio avere con voi la cartellina con i documenti principali della gravidanza.

volare in gravidanza

Volare con bimbi piccoli

I neonati possono prendere il volo a partire dalle 48 ore successive alla nascita… ma è altamente consigliabile aspettare almeno qualche settimana di assestamento. Sia per la mamma che per la creatura.

Anche con i piccolissimi vige la regola dell’imbarco prioritario per le famiglie. Fate attenzione se invece viaggiate con low cost, perché per alcune compagnie è previsto un sovrapprezzo per il priority boarding.

Il passeggino dovete farlo etichettare al desk del check-in, ma potete portarlo con voi in aeroporto e consegnarlo agli addetti per la stiva direttamente sotto bordo.

Come per i pancioni, anche con i piccolissimi cercate di sedervi nelle prime file e di avere almeno un posto lato corridoio.

Durante le più delicate fasi di decollo e atterraggio, attaccate il bimbo al seno, dategli da bere o il ciuccio per aiutarlo nella deglutizione e dare sollievo alle orecchie in concomitanza del cambio di pressione.

Non dimenticate qualche giochino (possibilmente non musicale per non disturbare gli altri passeggeri), di rilassarvi e di godervi il viaggio! Con più sarete tesi, con più anche i piccolini assorbiranno il vostro nervosismo e lo saranno di conseguenza.

Vi resta solo scegliere la meta e partire! Buon volo!

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo … e ho fatto spazio nel trolley!
Ora siamo la Famiglia Rospi!
Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!