Cenare in baita in Val di Fiemme nella natura incontaminata

8

I parcheggi lentamente si svuotano, i turisti rientrano verso le proprie residenze estive e dolcemente la giornata volge al termine. Ma non per tutti. Ci sono nuove avventure da vivere al calar del buio. E là fuori ci aspetta un sentiero. Siete pronti per cenare in baita in Val di Fiemme?

Appena prima del lungo tramonto estivo, qui in Val di Fiemme, si compie la magia. Uno vero spettacolo per tutti e cinque i sensi che vale sia per i più grandi che per i giovani esploratori.

Avete mai ascoltato il fischio della marmotta? O annusato l’aria che si riempie dell’umidità del bosco? Aprire le braccia per accogliere il grande tronco di un abete rosso e assaggiare mirtilli selvatici? Sono esperienze davvero indimenticabili, come quella di riempirsi gli occhi osservando un tramonto che si fonde sulle Dolomiti.

E proprio quando la giornata sembra essersi conclusa, riceviamo regali inaspettati dalla natura che ci circonda.

Ecco perché io adoro cenare in baita. Per godere – in compagnia dei miei inseparabili ometti – di questi momenti di vera beatitudine. Basta sedersi su un prato e aspettare con il cuore aperto.

Provate a pensarci: la maggior parte dei turisti che sceglie le vacanza in hotel utilizza il comodissimo servizio di mezza pensione, in molti pensano che sia buio, pericoloso, che faccia troppo freddo o che non siano posti adeguati per i bambini. E invece non c’è nulla di più entusiasmante del beneficiare della quiete della penombra per vivere un’avventura nella natura al chiaro di luna in completa solitudine, o quasi.

Ho tre posti che conservo nel cuore in cui abbiamo trascorso delle serate stupende e non vi nascondo che non vedo l’ora di tornare “a casa” per allungare questa lista!

cena in baita in val di fiemme

 

In baita alla Malga Venegiota Cenare Val di Fiemme

Questo per noi è davvero un luogo del cuore. Una malga in quota ai piedi delle Pale di San Martino, adagiata in bellissimo prato nella natura più incontaminata.

La prima passeggiata con lo zaino trekking per Federico che aveva sei mesi, le prime marmotte che ho visto io da bambina (e nonostante sia quasi passato un secolo, sono ancora tantissime anche oggi) e la prima escursione in notturna per noi quattro…a quell’epoca c’era ancora il peloso con scorrazzava davanti a noi.

cenare val di fiemme malga venegiota

In alpeggio si cena presto e si va a letto presto!

La malga si raggiunge solo a piedi attraverso una facile sentiero mulattiera, adatto anche a passeggini da trekking, che dista poco meno di 50 minuti dal parcheggio della Val Venegia. Il parcheggio durante il giorno è a pagamento, via libera invece per la sera. Parcheggiate nelle aree più attigue alla statale perché le aree di sosta verso la Malga Venegia – la prima malga che incontrerete lungo il cammino – vengono chiuse da sbarre, rendendovi quindi impossibile uscire con la macchina. Considerate quindi di lasciare la vostra auto per le 17.30 al massimo, così da poter risalire controcorrente il sentiero e raggiungere la Venegiota in tempo per assistere all’uscita dalle tane delle marmotte. Escono in cerca di cibo, attendendo la quiete della sera. Le riconoscerete dai loro fischi, cui di solito seguono quelli delle compagne nascoste dietro ad altre tane, quasi a voler danzare sul prato a qualche metro da voi.

cenare val di fiemme con bambini

Verso le 19.30 verrà servita la cena, che avrete pre-concordato al momento della prenotazione, obbligatoria per verificare l’apertura del servizio serale. Ricordatevi che siete in rifugio e non al ristorante per cui non aspettatevi di cenare alla carta. In malga si dà la precedenza a piatti semplici della tradizione come taglieri di affettati, canederli, polenta, carni alla griglia e la squisita tosela, il formaggio del posto.

Tornare verso la macchina al chiaro di luna sarà poi pura poesia. La passeggiata è completamente in discesa e a guidarvi sarà il riflesso argenteo della luna sui ciottoli della mulattiera. Provate a percorrerla ascoltando solo il rumore dei vostri passi, sostate per qualche minuto e provate a spegnere la torcia. All’inizio potreste essere sopraffatti da una sensazione di ansia, ma lasciate invece che sia la pace di queste montagne a prendervi cura di voi.

Per info e prenotazioni per cenare Val di Fiemme

Malga Venegiota
Comune di Tonadico (TN) 38054 – Comunità di Primiero
Altitudine: 1824 mt. s/m
Tel.:
0462576044

Come arrivare

Per arrivare salite da Predazzo lungo la statale 50 superando il Parco di Paneveggio. Al bivio, seguite le indicazioni per la Val Venegia lungo la strada provinciale 81. Troverete l’ingresso all’area parcheggio sulla destra a qualche km di distanza.

cenare val di fiemme rifugio capanna valles

 

In Rifugio al Passo Valles dove cenare Val di Fiemme

Adoro la sensazione di quando si arriva in cima ad un Passo. Sei nel cuore della montagna e guardi le due vallate sotto di te in tutto il loro splendore. Immaginate di farlo al tramonto, quando le ombre delle case si allungano sui prati e iniziano ad accendersi tante piccole luci sparse qua e là per le radure.

Quando si cena al Valles si ha la sensazione di essere ad un passo dal cielo, nonostante si sia appena superati i 2.000mt. Sarà per l’imponente punta del Mulaz (una delle tre famose Pale di San Martino) che sembra davvero a portata di mano, o perché guardando un po’ più a est, il tramonto si perde tra altri due giganti di questo territorio come il Pelmo e il Civetta.

Al Rifugio Capanna del Passo Valles potrete arrivare comodamente con la vostra auto all’ora di cena, percorrendo la facile statale di montagna costeggiata da boschi e alti pascoli che da Predazzo sale verso il Parco di Paneveggio. Vi suggeriamo di prenotare anticipatamente un tavolo, soprattutto nei periodi di alta stagione.

All’arrivo in rifugio vi accoglierà un bellissimo – e mansueto – San Bernardo. E’ la mascotte del Capanna. Non abbiatene timore nonostante le dimensioni, è più che abituato al passaggio degli ospiti e spesso, nelle serate estive, lo vedrete puntare e ringhiare nel vuoto. Sta tenendo a bada le volpi che scendono dal bosco in cerca di cibo e se volete assistere allo spettacolo, non dovrete far altro che sedervi in veranda.

La cucina del Capanna non si smentisce mai. Le pietanze sono quelle tipiche delle Dolomiti e per concludere in bellezza la vostra cenetta, vi consigliamo di degustare assolutamente una delle grappe speciali della casa, aromatizzate direttamente con le erbe raccolte durante l’estate.

cenare val di fiemme in baita polenta

Un’ultima raccomandazione: in auto mentre fate rientro verso valle, ricordatevi di andare piano ed evitate le luci abbaglianti. Con il buio è davvero molto facile incontrare cervi (spesso anche con cuccioli) e volpi che attraversano la strada. Sono praticamente impossibili da fotografare (almeno per me!! 🙂 ), ma godrete di attimi che vi rimarranno impressi negli occhi e anche nel cuore!

Cenare Val di Fiemme al Passo Valles: l’idea in più

Concludete un meraviglioso trekking, abbinando la cena al Rifugio Capanna. Ideale per quando avete impegnato la mattinata in altre attività, che siano dal riposo più completo, alla visita del mercato locale o di un laboratorio per bambini.

tenda bivacco in montagna

Per info e prenotazioni per cenare Val di Fiemme

Rifugio Capanna Passo Valles
Loc. Passo Valles,2 – 38054 Tonadico (TN)
Altitudine: 2032 mt. s/m
Tel 0437599136 – 0437599460
Web: http://www.passovalles.com/it/ristorante.php
E-mail: info@passovalles.com

Come arrivare

La strada è la stessa della Venegiota, ma per arrivare fino al Rifugio non dovrete far altro che arrivare fin al passo lungo la strada provinciale 81. Il Rifugio Capanna Cervino è alla vostra sinistra.

A casa delle Strie all’Alpe Lusia dove cenare Val di Fiemme

Cosa ne dite di andare infine a caccia di streghe e vecchie leggende? Perché cenare in Val di Fiemme vuol dire anche sedersi attorno ad un fuoco e ascoltare storie antiche di fate, gnomi, draghi e pastorelli.

Ecco quindi che la magia si compie alla Baita Ciamp de le Strie, raggiungibile sia d’estate che d’inverno dagli impianti del Castelir – Alpe Lusia, attraverso la seggiovia, un servizio di jeep taxi e una bellissima e facile passeggiata tra boschi e prati incontaminati.

Noi l’abbiamo appena testata nella versione invernale (ne avevamo parlato qui) e devo dire che non vediamo l’ora di tornarci con il verde… anche perché avevamo promesso a Federico che avrebbe giocato al parchetto di fronte alla baita… e con i bimbi si sa, ogni promessa è debito!

 

baita ciamp de le strie

 

Per info e prenotazioni per cenare Val di Fiemme

Baita Ciamp de le Strie
Loc. Campo – Castellir – Bellamonte
Webhttp://www.ciampdelestrie.it
cell. 339.8685080
E-mail: info@ciampdelestrie.it

Come arrivare

Percorrete da Predazzo la statale 50 superando Bellamonte. Pochi km dopo aver attraversato questo paesino, svoltate a sinistra e salite seguendo le indicazioni per Alpe Lusia – Castelir. Al termine della strada, troverete un grande parcheggio gratuito dove poter lasciare l’auto e salire lungo il sentiero o in seggiovia.

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo … e ho fatto spazio nel trolley!
Ora siamo la Famiglia Rospi!
Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!

  • Paolo Iagher

    Giusto cara Micaela, come anche la Capanna Passo Valles del resto

    • Ciao Paolo,
      e grazie per il tuo commento. Come scritto sopra a Michela, inserirò nell’articolo la giusta precisazione. Ho utilizzato più genericamente il titolo Val di Fiemme perché molto spesso da Fiemme si sale verso questi due magnifici luoghi… a così pochi passi da esser accomunati (impropriamente o non, come dice anche Lucio) nello stesso territorio.
      Se conosci altri posticini da aggiungere alla lista, sarò ben felice di far conoscere ad altre persone quanto queste montagne hanno da offrire!!
      A presto

  • Alessandra, puoi inserire nella tua lista Malga Juribello, Malga Venegia (sempre in Val Venegia, prima della Malga Venigiota), Baita Segantini, Laghetti di Colbricon, Malga Rolle. Tutti rigorosamente nei comuni di Siror o Tonadico. 😉 Valle di Primiero.

    • ma si può anche cenare? Io ci sono stata solo di giorno.
      Grazie mille!!

  • Chiedi Alessandra. Nella maggior parte dei posti si, su prenotazione.

    Baita Segantini (mt. 2170, Tel. 0439/68.251, aperta nel periodo estivo), Capanna Cervino (mt. 2082, Tel. 0439/769.095, Fax 0439/501.774, Tel. gestore 0462/501.774, aperta nel periodo estivo e durante la stagione sciistica in concomitanza con l’apertura delle piste), Malga Juribello (mt. 1868, Tel. 348/892.58.41, aperta nel periodo estivo), Malga Venegia (mt. 1778, Tel. 348/062.78.86, aperta nel periodo estivo e durante la stagione invernale, generalmente da fine dicembre a Pasqua), Malga Venegiota (mt. 1824, Tel. 0462/576.044, aperta nel periodo estivo), Albergo-Ristorante Alpenrose al Passo Rolle (Tel. 0439/68.117, Fax 0439/68.124, apertura generalmente tutto l’anno), Albergo-Ristorante Venezia al Passo Rolle (Tel. 0439/68.315, Fax 0439/769.139, aperto nella stagione estiva ed invernale).

    • Fantastico grazie!!!! Aggiungo!!

      • Alessandra, correggi anche Val di Fiemme con Valle di Primiero. (con partenza da … dove parti?)

  • Pingback: Le migliori gite con passeggino Trentino | I Viaggi dei Rospi()