Vacanze in Maremma: le 10 cose che abbiamo amato di più

3

Tenda + Bici = la scoperta di una nuova dimensione di viaggio in famiglia. 

Addizione tanto semplice, quanto impegnativa, ma commensurata alla grande soddisfazione che ci hanno regalato questi 15 giorni trascorsi pedalando su e giù per la Maremma Toscana tra asfalto, aghi di pino, sabbia e sterrato.

Dalla nostra base di Marina di Grosseto, al Campeggio Il Sole, siamo partiti con le nostre mountain bikes per andare alla scoperta di un territorio meraviglioso che ci ha stupito in ogni angolo.

Bici normali con un minimo equipaggiamento, di certo ben lontani dalle forme di cicloturismo nord europee, cui oggi desidereremmo ambire. Un colpo di fulmine questo con le due ruote.

Ma se il campeggio è per me un amore che nasce da lontano – un tuffo nella mia infanzia – abituata fin dai primissimi anni di vita a girovagare in Europa con i miei, è invece un’esperienza goliardica in compagnia degli amici delle superiori per Papà Ruggi.

Vacanze in Maremma in campeggio con bambini

L’estate 2013 è un esordio, felice, per la nostra famiglia. Un nuovo modo di fare vacanza, di andare alla scoperta di piccoli borghi arroccati e di scoprire calette poco frequentate, che regalano giornate di mare indimenticabili.

Rosporico, crollato dopo aver contribuito a smontare l’accampamento, dormiva durante il viaggio di ritorno. Noi persi a ricordare quello che più ci è rimasto nel cuore di questa prima esperienza in campeggio, in bici. Rospo guidava. Io annotavo sul nostro quaderno di viaggio i souvenir di questa estate al mare.

Le 10 cose che abbiamo amato di più di questa vacanza in Maremma in campeggio 

  1. Il mare, con tutte le sue sfaccettature e quello che questa regione offre. Acque limpide, piste ciclabili, paludi popolate di vita, percorsi trekking e borghi intrisi di storia.
  2. Il frinire delle cicale nella meravigliosa Pineta del Tombolo, come unica musica di sottofondo.
  3. Dormire distesi su un morbido tappeto di aghi di pino.
  4. Vedere tuo figlio che gioca con niente, mentre tu prepari la cena. Bastano qualche sassolino, la corteccia degli alberi e un legnetto per essere catapultati nel mondo fatato dell’immaginazione, così lontano dai costosi giochi elettronici o dall’intrattenimento passivo dei cartoni animati.
  5. Il senso di libertà. Degli spazi, degli orari, dello stile di vita. Ok, non eravamo in un igloo e anche se può sembrare comunque un controsenso, campeggiare dona ai suoi fedeli sostenitori meravigliose docce sotto le stelle, ambienti aperti, ariosi. Non ci sono etichette rigide, bastano pochi indumenti leggeri per coprirsi all’occorrenza. Nessun orario da rispettare, si mangia al bisogno. Si entra e si esce con un semplice saluto al guardiano di turno.
  6. Ritrovare il tempo per le coccole e i giochi in famiglia.
  7. Parola d’ordine “l’andare piano” quello intrinseco nel pedalare nella natura … anche se poi ci siamo ritrovati come due ragazzini a scendere a 20km/h dagli sterrati che da Cala Violina portano a Cala Martina…
  8. Riscoprire le vere necessità. In una vacanza in campeggio e in bici, serve poco. Parlo di vestiti, di cibo, di creme, cremine, etc… Il frigo non è sufficientemente ampio per la “spesa della settimana”. Gli zaini, i trolley e i beauty case devono contenere gli abiti e i prodotti per l’igiene di tutti. Lo stretto necessario. E anche se pensavamo di essere stati bravi, avevamo comunque troppo. Campeggio docet  🙂
  9. Fare la spesa a Km quasi 0. Comperare dai produttori locali quanto consumerai la sera stessa, per avere cibi più freschi, genuini e che odorano ancora dei profumi di un tempo. Carne e pesce, pane e focacce, frutta e verdura. Si evitano gli sprechi, si beneficia di prezzi più contenuti rispetto alla grande distribuzione e soprattutto, la qualità di quello di cui ci si nutre, cresce.
  10. Imparare davvero a rispettare l’ambiente, come “cosa di tutti“, nel rispetto di sè stessi e di chi lavora per preservare il patrimonio di tutti. La natura incontaminata, i servizi igienici del campeggio, la spiaggia priva di mozziconi di sigarette. Per lasciare, a chi verrà in vacanza dopo di noi, una Maremma ancora più bella.

Vi aspetto, prestissimo, con tutte le foto, i resoconti e gli itinerari della vacanza in Maremma in campeggio!

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo ... e ho fatto spazio nel trolley! Ora siamo la Famiglia Rospi! Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!