Una siciliana a Parigi

0

Accomodatevi sulle poltroncine della città dei caffè! L’intervista di oggi vola oltralpe per incontrare una vera viaggiatrice. Questa donna che mi piace! Emana un’aura positiva. Graziella, autrice del blog EyesMadlyOpen, mi ha colpita fin dalle prime righe. Pragmatica, essenziale, schietta. Catanese doc, vive a Parigi per questioni lavorative e ci racconta del suo amore/odio per la città francese nel suo bellissimo e nuovissimo blog. Conosciamola insieme! 

Un caffè a… 

Non c’è in relatà un posto, un bar o locale in particolare, ma io amo follemente andare per una pausa a Le Marais, il quartiere ebraico/gay/mondano di Parigi.

Credits by EyesMadlyOpen

Perché la scelta di questo caffè, tra tutti i caffè bevuti nel mondo? Cosa ti ha ispirato questo posto e perché ti è rimasto nel cuore? 

Pur essendo abbastanza giovane sono stata fortunata: ho avuto modo di girare molto, per lavoro e per piacere in questi anni, soprattutto in Europa. Certo nessun posto è come casa tua, niente è come il caffè di casa versato nella tua tazza preferita, ma ci sono posti che ti conquistano. Per me Le Marais è questo, un posto che riesce a darmi felicità e serenità anche lontana da casa. E’ un luogo magico, uno dei posti che più amo in questa città bellissima ma forse un pò troppo incasinata e folle per me. Le strade strette, il sole che accarezza i palazzi, i magasins che sembrano usciti da un altro tempo, da un’altra realtà, i profumi delle boulangerie e dei negozietti di questo piccolo fazzoletto di terra nel cuore di Parigi ha un non so che di “altro“, perso, unico. Qui la vita scorre a ritmi umani, più lenti che nel resto della città. Tutto è all’insegna della commistione e della tolleranza: dal cibo alle persone trovi di tutto, si convive e ci si contamina senza sgradevoli attriti. E’ qui che ho deciso che avrei aperto un blog, che ho sentito la voglia di comunicare e di mostrare al mondo quello che vedo e come lo vedo.

Credits by EyesMadlyOpen

Cos’è per te il caffè? E cos’è per te il caffè quando viaggi?

Sono una caffeinomane convinta, prendo caffè a tutte le ore del giorno e della notte senza alcun problema. Per me il caffè è la pausa di riflessione. A casa per staccare il cervello dalle mille cose da fare, per estraniarsi 5 minuti dalla folle vita di corsa che facciamo ogni giorno. In viaggio è un momento per assaporare le realtà nuove che vai scoprendo, il profumo dell’aria e il gusto della vita che si possono racchiudere e successivamente scoprire in una tazza di caffè.

Credits by EyesMadlyOpen

L’Espresso è italiano per eccellenza. Che aspettative hai in particolare sul caffè e sulle abitudini culinarie del paese che stai visitando? 

Sulla Francia e su Parigi in particolare si parte sempre un pò prevenuti secondo me: da un lato il caffè, notoriamente acquoso e poco profumato, dall’altro troppe aspettative sulla cucina. Sfatiamo entrambe le idee: ho bevuto ottimi caffè anche qui e la cucina francese è stata una mezza delusione. Devi cercare, provare e sperare di incrociare il bar giusto che fà il caffè esattamente come lo vuoi tu, un pò come innamorarsi. Incontri tante persone ma ben pochi ti rubano il cuore, quindi se capitate da queste parti non demoralizzatevi, anche qui ci sarà il caffè giusto per voi, promesso!

Parigi per una siciliana, pro e contro della capitale francese. 

Sicuramente Parigi si è rivelata persa da come mi aspettassi prima di partire. E’ bellissima, ricca e quasi opulenta, ogni angolo è una scoperta, multiculturale e iperattiva. Ma è anche caotica, difficile, stressantissima, puzzona e con un tempo atroce. Per carità sono strafelice di questa esperienza, quando mai capita di poter lavorare in una città bella e intensa come questa?!?! Ma onestamente dopo 10 mesi credo di aver capito che non è il posto dove voglio invecchiare. Ora sono alla ricerca di una nuova sfida, un nuovo posto dove sentirmi davvero bene, lavorativamente e come “posto dove vivere“.

Non ci resta che augurarti, cara Graziella, in bocca al lupo allora per la tua nuova ricerca!

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo ... e ho fatto spazio nel trolley! Ora siamo la Famiglia Rospi! Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!