Da Anversa alla Spagna, passando per i Borghi più belli

3

C’era una volta una giovane fanciulla che amava scrivere e viaggiare così tanto, finchè un giorno trasformò questo amore in un mestiere. E poi c’era un baldo giovane appassionato di fotografia, buon cibo e città straniere. Federica e Giuseppe. I due, che avevano tanto viaggiato da soli, un bel giorno s’incontrarono lungo il cammino e decisero che andare alla scoperta del mondo, tenendosi per mano, sarebbe stato più bello. 

…e visto che tutti i Rospi, si trasformano in principi, il finale di questa splendida fiaba, lo lascio ai due protagonisti… Federica Piersimoni e Giuseppe Trisciuoglio, ospiti nel bistrot del venerdì.  

Un caffè a…

Ad Anversa precisamente al caffè/pasticceria D’aa toert.

Perché la scelta di questo caffè, tra tutti i caffè bevuti nel mondo? Cosa vi ha ispirato questo posto e perché vi è rimasto nel cuore?

Perché durante il nostro viaggio in Belgio spesso ci capitava di fermarci in un caffè o in pub a fare una sosta anche per gustarci un caffè o una birra belga e questo è il posto che più ci è rimasto nel cuore.

Siamo due grandissimi amanti del caffè e non possiamo farne a meno neanche quando siamo fuori dal bel paese di privarci di un espresso.

In una città grigia come Anversa lì ci siamo sentiti a casa. Il proprietario è stato molto gentile e disponibile e ci ha fatto assaggiare le sue specialità.

Cos’è per voi il caffè? E cos’è per voi il caffè quando siete in viaggio?

Giuseppe: Per me il caffè è un momento di pausa, un momento per socializzare. Quando sono in Italia la mattina o nel pomeriggio vado sempre al bar a prendere un caffè e per fare due chiacchiere

con il barista o con i colleghi. Il caffè in viaggio invece è scoperta, perché sono sempre alla ricerca di un buon caffè non ha importanza di come è fatto. Voglio solo gustare un buon caffè.

Federica: Per me il caffè è un’esigenza, lo prendo rigorosamente con mezzo litro di latte, senza latte è caffè a metà. Vado molto d’accordo con gli olandesi per questo 😀

Presentateci BorghiAmo e il nuovo progetto 2013 Spagna On The Road. Com’è nato, perché la Spagna e che cosa vi aspettate da questa esperienza?

BorghiAmo è nato per raccontare i viaggi con un occhio perso da quello dei nostri blog. Le giovani coppie hanno bisogni persi dal globetrotter o dagli amici che cercano un posto dove pertirsi senza

spendere molti soldi. Le coppie sono sempre alla ricerca di un posto romantico, di una spa per trovare la giusta intimità. 

#SpagnaOnTheRoad è nato dalla voglia di fare un viaggio on the road, entrambi amiamo molto viaggiare in auto. Abbiamo scelto la Spagna per la sua cultura e per i suoi luoghi. L’anno scorso siamo stati a Barcellona e siamo rimasti ammaliati dall’accoglienza che ci ha regalato questo paese.

Trovato il paese e deciso il tipo di viaggio abbiamo pensato di proporre la nostra idea a qualche sponsor. La nostra idea è piaciuta e siamo riusciti ad avere sponsor del calibro di Ford Europa, Spagna In Italia, Atrapalo, Best Wester, Manfrotto e tanti altri, per non dimenticare nessuno vi invito sul sito per vederli tutti 🙂

Il sito di Federica e Giuseppe – www.borghiamo.it

Federica offri un caffè a Giuseppe e Giuseppe offri un caffè a Federica, ma rigorosamente in spagnolo!! 

Federica: il mio spagnolo è ancora maccheronico, direi solo Vamos a tomar un café?

Giuseppe: Muñeca quieres un café? 😉

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo ... e ho fatto spazio nel trolley! Ora siamo la Famiglia Rospi! Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!