Myra, la Turchia e la vera storia di Babbo Natale

3

Renne, slitte e campanelle. Fervono ovunque i preparativi per le festività natalizie. Le città si riempiono di luci e i bimbi aspettano trepidanti il suo arrivo.

Se l’esistenza di Babbo Natale è la leggenda più incredibile in cui i bimbi possano credere, c’è una vecchia storia che potrete raccontare ai vostri cuccioli, quando ormai più grandicelli, vi guarderanno con occhi laconici chiedendovi spiegazioni.

Nulla a che vedere con la fredda Lapponia. Nessun folletto che smista letterine. La magia della notte di Natale sarà solo un nostalgico ricordo, ma fidatevi, crescerà in loro il gusto della scoperta per miti e leggende.

Siamo in Turchia, in Antalya, nella città di Myra.

credits by e-turchia

Sulle tracce di San Nicola

Il protagonista è Nicola, San Nicola, vescovo di questa cittadina di origine ellenica, che diede origine alla leggenda di Babbo Natale. Nato nella città di Patara, sulla costa sud-occidentale della Turchia, attualmente ribattezzata Demre, tra gli anni 260 e 280DC.
Alla morte dei suoi genitori, ritrovandosi con una grossa eredità, il giovane vescovo, iniziò ad aiutare segretamente i poveri arrampicandosi sui tetti della città e calando monete d’oro dal camino. Frutta secca e dolcetti il premio di buona condotta per i bambini.
Un bel giorno però l’agile vescovo venne sorpreso e la sua generosità rivelata all’intera città.

Il vescovo morì intorno all’anno 340 DC e fu sepolto a Myra nella Basilica di San Nicola – sito candidato ad entrare nel patrimonio Unesco – ma nel 1087 si dice che alcuni marinai italiani rubarono i suoi resti per portarli a Bari, e il vescovo divenne così santo protettore del capoluogo pugliese e famoso in tutta Europa.

credits by e-turchia
Patrono dei marinai, in Francia degli avvocati e in Belgio di bambini e viaggiatori. Conosciuto in Russia per il suo mantello rosso, fluente barba bianca, e la mitra vescovile, San Nicola è celebrato ovunque in Europa il 6 dicembre in riferimento della giornata della carità.

La storia della vita del Santo venne tramandata nel corso dei secoli, ma è da attribuire all’Olanda e alla traduzione di San Nicola in Sint Nikolaas e successivo in Sinterklaas, che poi nell’America del 17° secolo, nacque il nome di Santa Klaus con la relativa immagine del vecchietto ciccione, vestito di rosso. Era nato il mito di Babbo Natale.

credits by e-turchia


I vostri bimbi hanno ormai capito che a consegnare regali non è l’omone con la slitta? Perché non regalargli un Natale diverso, cercando dei voli Milano Istanbul e andare alla vera scoperta di Babbo Natale?

Potreste rischiare di rimanere totalmente affascinati da un Natale dalla temperatura più mite, in una città, Myra, che nasconde un patrimonio inestimabile sotto terra, come le sue rocce scavate di tombe liciane vicino al teatro ellenico. Facciate pienamente decorate, numerose sculture di maschere, rappresentante scene teatrali e figure mitologiche che stupiranno i vostri esploratori.
Il Natale avrà così, il sapore della storia.

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo ... e ho fatto spazio nel trolley! Ora siamo la Famiglia Rospi! Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!

  • Myra è un posto magico! E lì vicino c’è l’isola di Kekova, con le rovine di una città sommersa visibile con una gita in barca; i fuochi eterni della Chimera che escono da delle fessure nella roccia e Olympos con tutte le casette e le pensioni costruite sugli alberi. Un posto dove mio figlio si è divertito un sacco …

  • Questa Turchia diventa un desiderio sempre piu grande!

  • Si mi associo a Giorgia è una bella tentazione. Bellissima la tua ricerca. Bacio.