Profilassi per viaggiare con Fido

3

Inevitabilmente un po’ trascurati, soprattutto con l’arrivo in famiglia dei cuccioli a due zampe, i nostri amici animali hanno bisogno di qualche piccola “revisione tecnica” prima della partenza per le vacanze. Stiamo parlando della profilassi cani per viaggiare in tutta serenità!

Leopoldo, al richiamo Leo, onde evitare di perderlo all’inseguimento di qualche cagnolina, è arrivato a casa Rospi 8 anni fa e con il suo peloso e ingombrante ingresso, le nostre abitudini vacanziere hanno subito inevitabilmente delle modifiche.

Montagna, trekking, per scelta e per passione. Girar per boschi e sentieri non ha lo stesso sapore se non siamo accompagnati da lui, che a neanche 4 mesi, era in vetta con noi sul Corno Bianco e sul Corno Nero. 

Profilassi Cani: tutti gli indispensabili prima di partire

In previsione dell’estate, per salvaguardare la salute dei quattro zampe è fondamentale quindi ricordarsi una visita dal veterinario di fiducia, per segnare sul libretto queste tre profilassi:

  • Provvedere alla profilassi contro la filaria per le regioni coinvolte (cliccate qui per la mappa). Il nostro veterinario, con un occhio al portafoglio, ci ha consigliato di fare la profilassi in compresse (Interceptor di Novartis) piuttosto che il vaccino. Le compresse, la cui posologia varia a seconda del peso del vostro cucciolone, vanno assunte una al mese da maggio a ottobre. Per un cane come Leo il risparmio è stato importante: da un vaccino di circa 80€ alle compresse a 28€.   

  • Se passerete le vacanze in una regione costiera a rischio leishmaniosi (disponibile a questo link) è indispensabile proteggere i vostri amici dal rischio contagio, che può avvenire soprattutto all’alba o durante la notte, con soluzione spot-on o con collare apposito. La leishmaniosi è una terribile malattia degenerativa trasmessa dalla puntura di un insetto – pappatacio. Il vaccino è arrivato in Italia da poco, ma è definito ancora in fase sperimentale.

  • Se invece opterete per i monti, soprattutto del Trentino Alto-Adige e del Friuli Venezia Giulia, è d’obbligo la vaccinazione anti rabbica, da effettuarsi entro un mese dalla partenza. La rabbia in queste regioni, è ricomparsa circa una decina di anni fa e si diffonde attraverso le volpi. Per saperne di più cliccate qui

Quando viaggiate con il vostro amico a 4 zampe, ricordatevi sempre di portare il libretto sanitario. Fermati dalla Guardia Forestale di zona e in assenza di tesserino e/o passaporto dell’animale, oltre alla sanzione amministrativa, si rischia anche il sequestro del cucciolone. Un post-it sulla porta di casa per ricordarsi il libretto, dite che ne vale la pena?

 

rp_viaggio-con-leo.jpg

Share.

About Author

Ero una single convinta e giramondo, poi ho incontrato un Rospo … e ho fatto spazio nel trolley!
Ora siamo la Famiglia Rospi!
Cosa amo di più (miei ometti a parte)? Viaggi, Avventure e Outdoor!